About Me

Fotopam

“Ci fu un tempo in cui le bestie parlavano, oggi scrivono.” (A. Scholl)

Le bestie non inquinano, non sfruttano, non sprecano, non danneggiano l’ecosistema, per questo mi autodefinisco Bestia Urbana Punkettona per invitare chi come me, vuole riprendere quel contatto con la natura, rispettandola e creando nuove risorse che siano compatibili con l’ambiente, attraverso l’informazione e la manualità e ovviamente senza farci mai mancare tanta buona musica rock!

Ah sì dimenticavo, devo fare la presentazione seria… Mi chiamo Luciana Rutigliano e di formazione sono una copywriter. No, non è il diritto d’autore, il copywriter è colui che si occupa di scrittura pubblicitaria declinata su vari media, in particolare sul web nel mio caso e nulla ha a che vedere con licenze e diritti d’autore (neanche mia madre ha capito bene la differenza a distanza di anni…). Rockettara dalla nascita, attualmente mi occupo di Social Media Marketing e Web Content. Un momento. Questa parte è formale non seria, torniamo alle cose serie…

ioesashaEd ecco il principio ispiratore di tutto, l’incipit del blog, fonte di riflessione: Sasha, l’amstaff con cui ho  condiviso l’apertura del blog, il “diversamente umano” che non voleva essere  lasciato solo mentre io scrivevo e drizzava le orecchie al rumore della tastiera. Senza di lui, senza la mia voglia di manualità e senza la mia passione per la  musica  rock, il mio blog non sarebbe mai nato!

Il punk è la musica nata contro l’autorità, contro i potenti che inquinano e sfruttano i loro simili e l’ambiente che ci circonda. La mia sfida è cercare di capovolgere la denuncia, vista non più come valore fine a se stesso che provoca alienazione, ma per creare e dare risposte ad un sistema che ormai non è più sostenibile né per la natura e né per gli umani stessi.

Ora il punk è 2.0: inneggia ancora alla ribellione e al boicottaggio, è amico degli animali ma anche dell’ambiente, vive in città ma sogna la campagna, è attento all’innovazione, gira in bici, condivide la musica sul web e crede che l’autoproduzione sia l’unica rivoluzione attuabile e non violenta.

E se un tempo non molto lontano, Joe Strummer urlava White Riot, io adesso urlo Green Riot!

L’Eco Punk è su  

12 pensieri su “About Me

  1. Complimenti per il blog, molto interessante… l’ho scoperto leggendo il tuo articolo su decrescita.com (utile anche quello). Fra l’altro scrivo su quel sito da anni quindi in un certo senso siamo colleghi :). In bocca al lupo e continua così! Federico

    • Ciao Federico, grazie per essere passato a trovarmi 🙂 Oggi inizia la mia avventura su Decrescita.com e quindi sono contenta di scrivere ad un mio nuovo collega 🙂
      Grazie e a prestissimo.

  2. Mi sto convertendo anch io all’autoproduzione e il prodotti fatti in casa danno letteralmente un calcio in c…o a quelli industriali! L’unica cosa da puntualizzare però è che se non si è formati scientificamente su certi argomenti (chimico-erboristici) bisogna fare attenzione a non diffondere informazioni poco attendibile.. si lo so sono una criticona!!! 🙂

  3. Ciao! Io un anno fa ho cominciato a convertirmi all’autoproduzione e al bio smettendo di lavare i capelli con lo shampoo ed eliminando i prodotti per il viso comprati! L’unica cosa che ancora non sono riuscita a “lasciare” è il make-up, anche se sto preparando la lista per il mio primo kit autoprodotto! Bellissimo sito, ti seguirò molto volentieri!
    Tanti auguri di Buone Feste e buon blog!
    Valentina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...